Dove Siamo

Come arrivare

Il locale si trova nel sestiere di Castello in via Garibaldi al numero civico 1621, a pochi passi dalla mostra internazionale d'arte moderna Biennale di Venezia e dall'Arsenale. 

E' facilmente raggiungibile sia da Piazzale Roma (il terminal per le auto) che dalla Stazione ferroviaria Santa Lucia con i mezzi pubblici di trasporto oppure da Piazza San Marco anche a piedi.

Da Piazzale Roma e dalla stazione ferroviaria è consigliabile prendere il vaporetto linea 51 (35 minuti) oppure la linea 1 (1 ora) in direzione Lido di Venezia (per gli orari consulta il sito dell'azienda dei trasporti www.actv.it).

La fermata più vicina è quella dei "Giardini" per la linea 1 e "Giardini-biennale" per la linea 51. Dopo essere scesi dal vaporetto bisogna imboccare sulla sinistra il viale alberato (Viale Garibaldi), proseguire fino alla fine dello stesso (circa 200 m), e una volta arrivati in Via Garibaldi, girare a sinistra. Il ristorante è a circa 300 metri sulla sinistra della via (circa a metà via).

Da Piazza San Marco è possibile prendere il vaporetto e scendere sempre ai giardini (linea 1 o 51) e seguire le indicazioni più sopra riportate, oppure costeggiare tutta la riva degli Schiavoni, imboccare sulla sinistra la Via Garibaldi, p [Mappa Venezia dall'alto] ercorrerla per circa 300 metri e trovare il ristorante sulla destra (a piedi da San Marco sono circa 20-25 minuti).

La zona di Venezia

La via Garibaldi è l'unica strada di Venezia a venir chiamata col nome di "via". Dedicata a Giuseppe Garibaldi dopo l'entrata delle truppe italiane a Venezia nel 1866 è stata realizzata nel 1807 interrando il rio che vi scorreva al centro.

Vicino a via Garibaldi sorgono i Giardini di Castello voluti da Napoleone. Per ottenere lo spazio necessario vennero demoliti molti edifici tra cui quattro chiese e vari conventi. Oggi è una via molto popolare dove si vive una vita come la si intendeva anni fa dove ancora si possono trovare i bambini che giocano, le massaie che fanno la spesa e le gente che si ritrova a "bere un ombra".